Traduttore

Se vuoi vedere le mie opere visita il mio sito :

I miei blogs personali :

ENTRA NEL MIO SITO WWW.ARTECARLA.IT
-------------------
Ciao e benvenuti.
Mi chiamo Carla COLOMBO, sono una pittrice e scrivo di poesia, ma, poichè amo tanto l'arte , oltre al mio sito ed ai miei blogs che qui sotto vedete, ho aperto questa Galleria virtuale per dare spazio all'arte di altri artisti. A tutto il marzo 2017 hanno esposto la loro arte su queste pagine virtuali 100 artisti con diverse espressioni artistiche: pittura, scultura, poesia, musica, fotografia ed altro
..e per ora mi fermo qui con un caloroso saluto a tutti quanti. Contattatemi come e quando volete: arla_colombo@libero.it

Buona arte a tutti!

DESIDERI una recensione alla tua arte timbrata e firmata?

DESIDERI una recensione alla tua arte  timbrata e firmata?
Se desideri una recensione personale sulla tua pittura-scultura contattami e ti informerò di tutto. carla_colombo@libero.it oppure cliccando sul link sul lato destro di richiesta informazione

MOSTRA PERSONALE ...DI SOLE E DI ME presso Centro Florovivaista LA GARDENIA, mbersago, dal 1 dicembre al 7 gennaio Per il quinto anno sarò ospite del centro vivaio LA GARDENIA di Imbersago che per il periodo natalizio arricchirà il proprio spazio di stelle di natale, ciclamini, composizioni ed addobbi vari. Le mie opere saranno inserite in questo splendido contesto e daranno all'insieme atmosfera accogliente e stupendamente accattivante.

domenica 19 settembre 2010

LA PENNA DI KRILU : ALCUNE POESIE



Inserire le poesie di Krilu' è come accarezzare una pagina di un prezioso libro di antiche memorie e di scritti leggiadri, emozioni e sussurri del cuore densi di nostalgie e malinconie.
Non voglio sciupare nulla del Suo sentire, ed allora in questa nuova vetrina dedicata alla poetessa, ho deciso di proporVi i suoi scritti prelevando tutto esattamente come Lei stessa ha inserito  a suo tempo nel suo sito, le stesse immagini, le stesse impostazioni, le stesse didascalie.

Vi suggerisco, leggendo ora le poesie di Krilu', di accompagnarVi con una musica di sottofondo, una dolce melodia, magari un notturno di  Chopin oppure semplicemente aprite il video che ho inserito nella home page de questo blog a fondo pagina.
Le parole delle sue poesie si fonderanno con la musica in un perfetto connubio di armonia, parola dopo  parola, attimo dopo attimo.

Ecco a Voi LE POESIE DI KRILU' 



LE POESIE DEL RICORDO
di
CARLA CASTELLANI


"Maternità" ed è stata realizzata dalla pittrice Mariarita Brunazzi


L'ASSENZA

Non c’era la sua mano
a ravviarti i capelli

non c’era il suo respiro
a sfiorarti in un bacio

non c’era la sua voce
a sussurrarti “dormi”

Alla tua infanzia sepolta
nel buio della stanza
densa d’inquietanti presenze
appariva la notte

Così stringevi gli occhi
per fugare le ombre
forte stringevi gli occhi
per affrettare il sonno
a placare la tua mente errabonda

e oltre la linea sottile
dei riflessi e delle ombre
nel sogno ti accoglieva
di tua madre una carezza lieve
ed un sussurro
"dormi"
-------------

Opera 2ª classificata
23° Concorso di Poesia inedita - V Sezione
Comune di Faenza
anno 2008










immagine prelevata da internet

 
LA FIAMMA

Maliarda
nel camino la fiamma
danza una danza antica
danza una danza nuova
e accende
da nicchie di memoria
la voce cantilena
la voce filastrocca
la voce della nonna
che racconta.

Si dipana
ruvida densa lana
fra le consunte dita
e si dipana
la trama della fiaba
la più bella
sempre e soltanto quella
vogliono i bimbi udire.

Riverbera
su visetti ammaliati
un tremolio di fiamma
e accende d’ ossidiana
le pupille stellate

finché
di sonno s’empiono gli occhi
e la voce si smorza
e langue
e si dissolve
in un guizzo di fiamma.
------


Opera 2ª classificata
20° Concorso di Poesia inedita - V Sezione
Comune di Faenza
anno 2005







dipinto di Pissarro



GENNAIO MILLENOVECENTOSESSANTA
(dedicata a Diana)

L’inverno ricamava di merletti
le scabre nudità dei biancospini
e di freddo l’aria profumava
e di fumo di legna dei camini.

Un pettirosso ardito sopra il pero
curioso spiava il nostro andare
sopra il fango rappreso di un sentiero
che d’altri passi serbava orme gelate.

Nell’aria sottile di gennaio
l’affanno della corsa sollevava
acerbi seni e scarmigliati crini
e con dita di brina accarezzava
gote arrossate e illividite membra.

Il correre giocoso s’arrestava
sull’argine gelato del Lamone
e di lassù l’orizzonte del mondo
valicando frontiere quotidiane
raggiungeva il pensiero e l’illusione.

Inconfessato un sogno nascondevi
sotto frange di palpebre socchiuse
e domande sottese e silenziosa
ascoltavi il fragore del silenzio.

Ma il soffio della notte il sogno spense
e l’ala dolce della tua breve vita
mai ti condusse oltre quell’orizzonte.

Io sola percorsi sconosciute strade
raccogliendo i detriti della vita
ma dietro palpebre grevi ancora conservo
il ricordo dell’ultimo tuo inverno.

---

Pubblicata su
"Una voce che chiama la voce"
Collana In/Formazione n.3 - maggio 2001
edita da Università per la Formazione Permanente degli Adulti "G.Bosi Maramotti"











dipinto di Vam Gogh  




PENSIERO VIANDANTE

Ritornerò
per agresti sentieri
alla dimora antica
dove ancora la rondine fa il nido
e bubbola il gufo nella notte illune.

Affonderò
avide, nude dita nella zolla feconda
che custodisce e nutre
mai divelte radici.

Ritroverò
nel notturno silenzio delle stelle
l’afrore dolce-amaro
del sambuco fiorito
e sullo schermo sfrangiato dei ricordi
sfocate immagini riprenderanno vita.

Sarà dolce e accorata la memoria
e filtrate dalle alchimie del tempo
anche le antiche pene vestiranno
il tenue velo della nostalgia.
-----
Opera 1ª classificata
22° Concorso di Poesia inedita - V Sezione
Comune di Faenza
anno 2007












immagini da internet





METEMPSICOSI

Se mai un giorno
in altro tempo
in altra vita
incontrerò il tuo sguardo
in sconosciuti occhi

e un lembo d’anima
fra le pieghe di antiche nostalgie
ritroverà il tuo calore

forse saprò perché
per un istante – madre –
mi avrà tremato il cuore.
------




Pubblicata su
"Una voce che chiama la voce"
Collana In/Formazione n.3 - maggio 2001
edita da Università per la Formazione Permanente degli Adulti "G.Bosi Maramotti"











FUOCHI D'AMORE

Una tranquilla insenatura
accogliente e sicura
è il cavo delle tue braccia
cui sempre volge
la prua della mia vita
guidata dal bagliore
dei falò che sulla riva
accendesti per me.

Ed è verso quei fuochi
che nel tempo alimenti
con dedizione e amore
che la mia rotta traccio
verso l’approdo sicuro
del tuo tenero abbraccio














Le immagini utilizzate sono le stesse utilizzate da Carla Castellani all'interno del suo sito, con autorizzazione degli stessi artisti o prelevate da internet.

------------------

SEGUITEMI...ALLA PROSSIMA